Archivio tag: Fidas

5^ GIORNATA DELL’INFORMAZIONE E DELLA PREVENZIONE

5^ GIORNATA DELL’INFORMAZIONE E DELLA PREVENZIONE

Le Associaizoni Amici del Cuore Vicenza con AIDO e FIDAS di Bolzano Vicentino organizzano la “5^ Giornata dell’informazione e della prevenzione“. Appuntamento per domenica 2 giugno 2019 dalle ore 8.45 alle ore 11.30 presso il Centro parrocchiale di Bolzano Vicentino.

Scarica la locandina

60^ ANNIVERSARIO FIDAS VICENZA

60^ ANNIVERSARIO FIDAS VICENZA

FIDAS Vicenza festeggia quest’anno il 60^mo anniversario dalla sua fondazione.
Un traguardo così importante merita senz’altro festeggiamenti adeguati.

Per questo siamo lieti di pubblicare il programma del 60° Anniversario che si terrà il prossimo 18 e 19 maggio 2019.

Sabato 18 Maggio 2019

Ore 8:30 – Tavola rotonda “DONAZIONE E DONATORI: IERI, OGGI E DOMANI”

Relatori
Aldo Ozino Caligaris
Presidente Nazionale Fidas
Alberta Alghisi
Dirigente Dipartimento Medicina Trasfusionale

Maria Rita Tamburrini

Dirigente Ministero Della Salute
Centro Congressi di Confartigianato
Via E. Fermi – Vicenza
INGRESSO LIBERO

Ore 20:30 – FIDAS A TEATRO “La Musica del dono”

Spettacolo con Moses che presenta “La rivoluzione dell’armonica” e Elena Tavella che presenta “Women”, omaggio alle grandi voci femminili.
Teatro Comunale di Vicenza Aperto a tutta la cittadinanza fino ad esaurimento posti.

Domenica 19 Maggio 2019

SFILATA – DEL DONATORE
Ore   8:30 – Ritrovo in Viale Dalmazia (Campo Marzio)
Ore   9:00 – Inizio sfilata da Viale Roma fino a Piazza del Signori
Ore   9:45 – Saluto autorità in Piazza del Signori
Ore 11:00 – SS.Messa In Cattedrale celebrata dal Vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol

 

Scarica la locandina

ASSEMBLEA PROVINCIALE FIDAS VICENZA. DONATORI SEMPRE PIÙ PREZIOSI

 

ASSEMBLEA PROVINCIALE FIDAS VICENZA. DONATORI SEMPRE PIÙ PREZIOSI

Il presidente provinciale Mariano Morbin: “servono strategie nuove per coinvolgere i giovani a diventare donatori e sarà fondamentale il lavoro in team con scuole ed istituzioni locali”

 Vicenza, 7 aprile 2019. “Ogni assemblea è un momento emozionante ed importante allo stesso tempo. Fidas Vicenza è cresciuta molto negli anni, arrivando a rappresentare una delle realtà modello d’Italia. Un modello di altruismo e generosità, ma anche di organizzazione ed efficienza, perché dietro al dono del sangue c’è un lavoro importante. Oggi paghiamo lo scotto e da qualche anno assistiamo ad una progressiva diminuzione di adesioni e di raccolta. Nel 2018, con 30339 donazioni effettuate, infatti, abbiamo perso 594 donazioni rispetto al 2017. Numeri importanti, sui quali stiamo riflettendo concretamente, attuando sinergie strategiche con il mondo dell’istruzione, a tutti i livelli, e quello istituzionale, al fine di uscire da questa impasse”.

Con queste parole il presidente provinciale di Fidas Vicenza, Mariano Morbin, è intervenuto domenica 7 aprile alla Scuola Media di Montebello Vicentino, in occasione dell’assemblea provinciale dell’Associazione.

Il calo registrato nell’ultimo biennio trova delle spiegazioni che vanno anche al di la del semplice calo di adesioni e nella minor frequenza in cui i donatori si recano ai centri raccolta sangue. “La riduzione del personale medico nei centri raccolta del Dipartimento di Vicenza – spiega il presidente Morbin – ha portato criticità di gestione. I decreti restrittivi per la raccolta del sangue indubbiamente hanno portato delle conseguenze”.

Analisi delle donazioni effettuate nel 2018. La chiamata/prenotazione effettuata in sede provinciale per i Gruppi che si trovano in difficoltà nell’attuarla sta dando i primi frutti, in quanto sempre più gruppi che non riescono a chiamare e prenotare i propri donatori stanno utilizzando questo sistema.

Il rapporto umano che si crea con la chiamata associativa è un fattore più rilevante rispetto al mero costo della chiamata.

I primi medi del 2019. L’andamento dei primi due mesi del nuovo anno, pur non essendo sufficiente a comprendere cosa accadrà tutto l’anno, riflette la flessione nelle donazioni. Al 28 febbraio 2019, infatti, sono state raccolte in totale 4758 unità si sangue ed emoderivati, con un calo di 262 unità rispetto allo stesso periodo del 2018, corrispondenti ad una flessione del 5,22 per cento.

Rapporti con il Dimt: servono nuovi medici. La carenza di personale medico che in tutta Italia si sta verificando ha coinvolto significativamente anche il Dipartimento di medicina trasfusionale di Vicenza. Da un organico previsto di 21 medici, suddivisi negli 11 centri di raccolta, infatti, oggi il Vicentino può cotare soltanto su 16 medici trasfusionisti.

“Auspichiamo che dal bando di concorso aperto – aggiunge il presidente Morbin – sia possibile recuperare qualche medico anche al Dimt di Vicenza: solo così potremo dare qualche risposta a quei centri che, avendo disponibilità di donatori, non riescono ad accontentarli. Preoccupa anche il pensionamento del direttore del Dipartimento, Alberta Alghisi, che auspichiamo venga sostituita nei termini, così che ad ottobre ci sia il responsabile a cui rivolgere le nostre istanze”.

Questioni sul tavolo. Fidas Vicenza si augura che alcune questioni sul tavolo del direttore generale dell’Ulss 8 Berica, trovino presto una soluzione, parimente ad altre sottoposte all’attenzione dell’Ulss 7 Pedemontana. In particolare: lo spostamento del centro raccolta sangue di Thiene, il condizionamento del centro raccolta di Marostica, una soluzione adeguata per il parcheggio del centro raccolta di Vicenza, il pulsante d’allarme per la sala ristoro del centro raccolta di Vicenza, la ricollocazione della sala per Fidas Bassano nel relativo ospedale.

La progettualità in atto. “Intendiamo portare avanti i progetti scuola intrapresi con il prof. Claudio Ronco del dipartimento di Nefrologia e con il prof. Francesco Rodeghiero della Fondazione Ematologia di Vicenza. Progetti importanti, che permettono a Fidas Vicenza di avere medici aggiuntivi negli incontri nelle scuole, nonché in serate organizzate dai gruppi.

Il progetto scuole. Prosegue con soddisfazione il progetto che coinvolge le scuole della provincia, di ogni ordine e grado e che, nel 2018 ha intercettato poco meno di cinque mila giovani studenti, che sono stati sensibilizzati, in modo diverso, sull’importanza del dono del sangue. La Commissione istituita ad hoc per lavorare con le scuole, però, ha portato avanti anche altri importanti progetti, tra i quali la serata con Giorgia Benusiglio ed il recente Tour nazionale “A Scuola di dono”.

Il Coordinamento Giovani provinciale. Il nuovo Coordinamento Giovani è operativo da meno di sei mesi e la nuova responsabile, Alisea Salmaso, sta lavorando con entusiasmo e passione con i giovani coinvolti, al fine di costituire una squadra che dia grande visibilità e nuovo impulso al loro operato.

Al fianco della Commissione Giovani sta lavorando duramente anche la Commissione Social, imprescindibile di questi tempi. I scuoi componenti, che nel corso dell’assemblea hanno fatto il punto della situazione, hanno posto l’accento sulla sempre maggior importanza dell’uso dei social, che permette di arrivare con un semplice clic all’attenzione di una quantità di utenti inimmaginabile.

Momenti importanti di vita associativa. I festeggiamenti per il traguardo dei 60 anni di costituzione di Fidas Vicenza sono iniziati con la bellissima serata del 24 gennaio scorso, al Palazzetto dello sport di Vicenza, con ospite Giorgia Benusiglio.

Quanto al 60° di fondazione dell’Associazione, invece, è stata istituita una Commissione ad hoc che da mesi sta duramente lavorando per dare il giusto rilievo alla manifestazione in programma il 18 e 19 maggio 2019. “L’evento sarà una festa per tutti i donatori di sangue – sottolinea il presidente Morbin – rappresenta infatti una sorta di traguardo di Fidas Vicenza e, con essa, di tutti i donatori, centinaia di migliaia, una città intera, che si sono susseguiti in questi decenni di lavoro e solidarietà.

Persone di buona volontà, non dimentichiamolo, che hanno prestato il loro tempo a titolo gratuito, amici e simpatizzanti che hanno contribuito a rendere grande la nostra Associazione. La sensibilizzazione e la propaganda al dono del sangue sono la nostra mission, per questo tutti sono coinvolti in questa grande tappa di Fidas Vicenza”.

 

IL GRUPPO FIDAS DI ANCONETTA SPEGNE 45 CANDELINE

 

IL GRUPPO FIDAS DI ANCONETTA SPEGNE 45 CANDELINE

Vicenza, 7 marzo 2019. Spegne 45 candeline il Gruppo Fidas di Anconetta. Quasi mezzo secolo di attività sul versante del volontariato ed un fronte compatto di 182 iscritti, dei quali 147 attivi, che quotidianamente si mettono a disposizione della collettività donando il proprio sangue, quindi la vita a chi si trova in difficoltà.

Recentemente il Gruppo associato a Fidas Vicenza, prima federata in Veneto e terza in Italia, ha festeggiato questo importante traguardo, raggiunto con entusiasmo e guardando al futuro con tante idee e progetti in cantiere.

Ed al pranzo sociale, svoltosi alle opere parrocchiali, sono stati premiati i donatori benemeriti, tra i quali si sono distinti i tre 3 fratelli Ortile, che hanno complessivamente le 489 donazioni.

“E sarebbero andati oltre, se non fosse che hanno raggiunto il limite di età previsto – commenta Maristea Rigon, presidente del Gruppo Fidas di Anconetta – ad ogni modo, con la loro esperienza hanno spinto molti ad imitarli e raggiungere buoni livelli di donazioni, recandosi con costanza al centro trasfusionale, dove il sangue serve sempre”.

Con i suoi 182 iscritti, dei quali 147 attivi, il Gruppo Fidas di Anconetta prosegue nella sua attività di promozione del dono del sangue incentrando la propria azione sulla formazione nelle scuole, con progetti mirati all’educazione ed al valore del dono, e la comunicazione alla cittadinanza.

“Ultimo fra i progetti che abbiamo realizzato è l’incontro con Giorgia Benusiglio – sottolinea la presidente Rigon – che il 24 gennaio ha incontrato 130 studenti della scuola media Mainardi ad Anconetta. È stata una testimonianza vera, che ha colpito nel cuore alunni ed insegnanti. È proprio a questo che miriamo. Vogliamo arrivare a smuovere le coscienze, per incentivare azioni concrete di solidarietà”.

Le 70 sacche di sangue che Giorgia ha ricevuto hanno emozionato e fatto riflettere i giovani, che rientrati a scuola hanno approfondito la tematica del dono del sangue e le implicazioni conseguenti all’uso di droga.

“Continuiamo a lavorare su questo versante – conclude la presidente Rigon – convinti che la formazione sia determinante per far crescere le giovani generazioni nel giusto segno della sensibilità e della capacità di donare e donarsi per salvare delle vite”.

 

“VIVERE È IL SOLO SBALLO POSSIBILE”, IL FORTE MESSAGGIO DI GIORGIA BENUSIGLIO

 

“VIVERE È IL SOLO SBALLO POSSIBILE”, IL FORTE MESSAGGIO DI GIORGIA BENUSIGLIO

Giovedì 24 gennaio alle 20.45 al Palasport di Vicenza

Vicenza, 25 gennaio 2019. “Avevo solo sei ore di vita, ma oggi sono qui a raccontarvi la mia storia, fatta di sofferenze, ma anche di grandi insegnamenti e, soprattutto di tanta gratitudine verso chi mi ha donato la vita per la seconda volta”. Con queste parole, Giorgia Benusiglio ha portato ieri sera la propria forte testimonianza al Palasport di Vicenza, in occasione della serata organizzata da Fidas Vicenza, in collaborazione con Admo ed Aido locali.

Una storia di vita emozionante, che ha tenuto incollati moltissimi vicentini, giovani ed adulti, che hanno riempito le gradinate del Palasport di Vicenza, alla presenza dell’assessore regionale Elena Donazzan, del direttore regionale del Centro trapianti Corliano Pantaleo, dei nefrologi vicentini Claudio Ronco e Stefano Chiaramonte, dell’assessore comunale Matteo Celebron, del consigliere comunale Marco Zocca.

Il presidente provinciale Fidas, Mariano Morbin, che ha introdotto la serata, ha ringraziato Giorgia per la testimonianza ed i presenti per essere accorsi così numerosi: “la testimonianza di questa giovane è da pelle d’oca. Ci fa riflettere sul valore del tempo e del dono. Un grazie particolare, quindi, va ai donatori, veri e propri angeli, ma anche ai tanti volontari che si mettono a disposizione del prossimo in modo spassionato e disinteressato”.

Continua la lettura

VOLLEY VICENZA FOR CHARITY IN AZIONE

 

VOLLEY VICENZA FOR CHARITY IN AZIONE
Sabato 12 gennaio al Palasport di Vicenza un match all’insegna della solidarietà

“Sport e solidarietà si può dire viaggino nella stessa direzione. Praticare a livello agonistico uno sport, infatti, implica che la persona sviluppi una sensibilità ed attenzione particolare verso chi ha bisogno. Essere degli sportivi vuol dire rispettare delle regole, ma anche sapersi confrontare sullo stesso piano e correre per gli stessi obiettivi”. Con queste parole il presidente provinciale di Fidas Vicenza, Mariano Morbin, annuncia il match che vedrà Anthea Volley Vicenza impegnata al Palasport di Vicenza contro la Imoco Volley San Donà Ve.

Continua la lettura

FIDAS VICENZA SEMPRE PIÙ IN CONTATTO CON I DONATORI PER COMBATTERE IL CALO DI RACCOLTA

Logo Associazione

FIDAS VICENZA SEMPRE PIÙ IN CONTATTO CON I DONATORI PER COMBATTERE IL CALO DI RACCOLTA

Vicenza, 18 novembre 2018. “Guardare il bicchiere mezzo pieno è il modo che abbiamo, ogni mattina quando affrontiamo la giornata, di impegnarci per raccogliere il massimo dei frutti. Ed intendiamo farlo soprattutto quando i dati delle donazioni segnano una flessione. I numeri non ci spaventano, ma ci portano a confrontarci tra Gruppi e Zone, per crescere nella consapevolezza e sviluppare modalità nuove di avvicinamento ai donatori”. Con queste parole il presidente provinciale di Fidas Vicenza, Mariano Morbin, è intervenuto questa mattina al Teatro comunale di Thiene, in occasione dell’assemblea provinciale dell’Associazione vicentina di donatori di sangue più rappresentativa in Veneto, con oltre 22mila sacche di sangue raccolte a fine settembre grazie all’impegno di oltre 19mila donatori.

Nonostante il calo rispetto all’anno precedente di circa 500 unità, i volontari associativi non si abbattono, anzi sono pronti a tirarsi su le maniche, osservando come i cambiamenti della società interessino anche il cittadino/donatore.

Continua la lettura

FIDAS VICENZA SPONSOR UFFICIALE DELLA NAZIONALE ITALIANA CALCIO AMPUTATI

Logo Associazione

FIDAS VICENZA SPONSOR UFFICIALE DELLA NAZIONALE ITALIANA CALCIO AMPUTATI

Vicenza, 20 aprile 2018. Lo sport come esempio di vita e di valore. È questo uno dei primi obiettivi a cui ha pensato la Zona 6 di Fidas Vicenza, quando ha deciso di sostenere l’iniziativa della Nazionale italiana calcio amputati. Gli sportivi che presto si appresteranno a partecipare ai campionati del mondo, oggi hanno incontrato 800 giovani delle scuole elementari e medie al campo da calcio di Longare, dove è stata disputata una quadrangolare.

Continua la lettura